Manutenzione e Igiene, Pietra di Ostuni, Pietra Leccese

Come pulire gli oggetti in pietra leccese e di Ostuni

come pulire gli oggetti in pietra leccese - Texunshop.com

Gli oggetti in pietra leccese hanno quella straordinaria capacità di conquistare mente ed anima in una mossa sola. Le loro linee sinuose e l’incredibile sensazione di calore, di casa e di raffinatezza che essi sanno trasmettere, li trasformano in veri e propri protagonisti delle nostre abitazioni. Oggetti vivi, come lo è la pietra naturale che li compone. Un materiale unico capace di arredare e di narrare storie di un tempo lontano. E proprio perché la pietra leccese viene da molto lontano, è nostro desiderio conservare questi souvenir, appliques, abat-jour o accessori per molto, molto tempo. In questo senso, averne cura è fondamentale. Lo stesso vale naturalmente per la pietra di Ostuni. E allora, vediamo come pulire gli oggetti in pietra leccese ed in pietra di Ostuni, dedicando loro le giuste attenzioni.

Come pulire gli oggetti in pietra leccese

La pietra leccese è un materiale senza tempo capace di prender forma sotto le mani degli artigiani più sapienti con una versatilità davvero notevole. Con questo materiale generosamente offerto da madre natura nel Basso Salento, è possibile dar vita ad oggetti decorativi di piccole dimensioni ma al contempo a grandi soluzioni d’arredo quali tavoli e tavolini, cornici per camino, grandi fioriere, veri e propri rivestimenti e molto altro. Il suo colore è giallo ambra, un colore caldo, accogliente e rassicurante, che al calar del sole si tinge ancor più d’emozione.

come pulire gli oggetti in pietra leccese - Texunshop.com

Niente muffe, niente cambiamenti nel colore, grande impermeabilità

Gli oggetti in pietra leccese a marchio Texun preservano intatta la bellezza della pietra e non vanno incontro a muffe o cambiamenti di colore di sorta. Per questo motivo è possibile esporli tranquillamente anche in giardino o nelle aree esterne della propria abitazione. Se allo stato naturale la pietra leccese non è impermeabile, i prodotti Texun subiscono invece un trattamento impermeabilizzante che, rispettando la naturalezza del materiale, senza alterarne caratteristiche e colore, li rende resistenti all’acqua. Ecco perché i prodotti in pietra leccese Texun possono essere esposti anche all’aria aperta, senza che la pioggia sia di disturbo. Inoltre, il trattamento di impermeabilizzazione inibisce quell’effetto “spolverìo” che è tipico della pietra, rendendo gli oggetti in pietra ancor più durevoli nel tempo.

La soluzione? E’ più semplice di quanto si pensi

Per rispondere alla domanda: “come pulire gli oggetti in pietra leccese”, dovete dunque sapere che è sufficiente munirsi di uno straccio o spugna (morbidi e non abrasivi) e di un po’ d’acqua. Poiché, come detto, i prodotti Texun sono impermeabili e non soggetti a muffe, non avrete bisogno d’altro. Immergete la spugna in acqua dunque, strizzatela molto bene e passatela delicatamente sull’oggetto, per spolverarlo e lavarlo al contempo. Ecco spiegato dunque come pulire gli oggetti in pietra leccese.

Nel caso in cui dobbiate invece pulire un oggetto in pietra naturale che non ha subito un trattamento di impermeabilizzazione (un rivestimento di un immobile, un tetto di “chianche”), potrete rivolgervi al vostro ferramenta di fiducia, che vi consiglierà degli oli specifici con effetto pulente ed idro repellente.

Come pulire gli oggetti in pietra di Ostuni?

Anche la pietra di Ostuni è uno straordinario materiale naturale di origine calcarea, ed anch’essa come quella leccese si estrae dal sottosuolo e si trasforma sapientemente in oggetti eleganti e senza tempo. Se state per acquistare degli oggetti in pietra calcarea di Ostuni, non temete. Anche in questo caso gli artigiani Texun avranno provveduto ad eseguire un trattamento mirato di impermealizzazione, pensato per rispettare la bellezza della pietra e per proteggerli dall’avanzare del tempo e dalle eventuali intemperie. Anche in questo caso, dunque, se la domanda è “come pulire gli oggetti in pietra di Ostuni”, la risposta sarà con un panno o spugna morbido ed un po’ d’acqua. Senza trucco e senza inganno, dunque.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *